Il Festival

Il FESTIVAL BAROCCO ALESSANDRO STRADELLA di Viterbo e di Nepi nasce dalla volontà di creare un nuovo e importante polo culturale nella Provincia di Viterbo unendo due prestigiose iniziative culturali presenti sul territorio:

IL FESTIVAL BAROCCO DI VITERBO

Un punto di riferimento per la musica barocca, che in più di quarant’anni di storia ha ospitato artisti di alto livello internazionale e favorito la produzione e diffusione di opere inedite, generando e consolidando nel tempo il consenso di un pubblico attento e affezionato.

IL FESTIVAL INTERNAZIONALE ALESSANDRO STRADELLA DI NEPI

Una giovane iniziativa nata nel 2013, ma che immediatamente ottiene il riconoscimento internazionale affermandosi come una realtà unica focalizzata sui tesori musicali di Roma e del viterbese, con un’attenzione particolare alle opere del geniale compositore nepesino Alessandro Stradella.

Il FESTIVAL BAROCCO ALESSANDRO STRADELLA rappresenta una novità in ambito nazionale e internazionale. Il Festival svolge attività di ricerca, formazione, produzione, diffusione e edizione musicale.  Un progetto culturale che guarda al futuro coniugando l’attenzione per l’immenso patrimonio italiano e la valorizzazione dei nuovi linguaggi e delle nuove tendenze, favorendo l’avvicinamento e la sensibilizzazione dei giovani al linguaggio barocco e alla produzione contemporanea.

La città universitaria di Viterbo e il territorio della Tuscia, così ricco di storia musicale per aver dato i natali a molti grandi compositori come Alessandro Stradella, Virgilio e Domenico Mazzocchi, Marco Scacchi, Tullio Cima, Domenico Massenzio, Giovanni Boschetto Boschetti oltre a molti altri, sono un terreno ideale a questo fine.

Il Festival è la base di THE STRADELLA PROJECT, un ambizioso progetto discografico dell’etichetta Arcana (Outhere) dedicato alla registrazione dell’integrale delle sue opere, e dello STRADELLA Y(oung)-PROJECT, un progetto di formazione e produzione musicale finalizzato all’inserimnto dei giovani artisti nel mondo professionale.

Gli oratori di Stradella sono qui interpretati anche da giovani talenti musicali (STRADELLA Y-PROJECT), un progetto esemplare nel panorama in frantumi della vita culturale italiana.” Christiane Lehnigk, Deutschlandfunk June 2017